image fmabspic 0 0-1204901058

La Massoneria non è una Società di mutuo soccorso

 

I Massoni non si aspettano che un loro Fratello, dovendo affidare un lavoro, assegnare una promozione, stipulare un contratto o qualcosa di simile, li preferisca a spese di altri altrettanto, o ancor più, meritevoli.

Un favoritismo, sarebbe un cattivo uso dell'ideale di appartenenza all'Istituzione ed è, perciò, vietato e punito dai nostri Regolamenti. 

Al momento del suo ingresso in Massoneria, ciascun Candidato dichiara inequivocabilmente di non aspettare alcun guadagno materiale in ragione della sua appartenenza all'Istituzione.

In vari punti, durante i tre stadi della Cerimonia di Ammissione, al Candidato viene ricordato che qualunque tentativo di ottenere un favoritismo o un guadagno materiale, per se stesso o per altri, sarà considerato un cattivo uso dell'appartenenza all'Istituzione e perciò non tollerato.

Il Libro delle Costituzioni e dei Regolamenti, che ogni Candidato riceve, contiene severe regole riguardanti l'abuso dell'appartenenza all'Istituzione, regole che possono portare a provvedimenti varianti dalla temporanea sospensione fino all'espulsione.

Un'altra accusa rivolta alla Massoneria è quella di essere solo una società di mutuo soccorso. Fin dagli inizi la Libera Muratoria si è occupata delle vedove e degli orfani dei Fratelli deceduti qualora ne avessero bisogno, ma i Liberi Muratori ogni anno aiutano persone bisognose o istituzioni della società civile.

Il principio base non è quello di una assistenza caritatevole, ma quello ben più forte della solidarietà.

 

 

© 2004/2017 - Sito Ufficiale della Loggia Heredom 1224 di Cagliari - C.F. 92171500926 

top