abeafefb1775bcdec36d9c59ed89512210e01896e2c49c4a8a7708fe5fc22e53

Le Logge di Istruzione

 

Introduzione

In Inghilterra le Logge di Istruzione rappresentano uno stile di vita per migliaia di massoni. Ci si incontra spesso in pubs, locali pubblici, vecchie chiese, sinagoghe, sedi massoniche o case private. Ogni riunione è meticolosamente organizzata ed avviene con l’autorizzazione da parte della Gran Segreteria.

Le finalità di una Loggia di Istruzione, intesa nella sua massima espressione, sono sostanzialmente di ordine pratico.
Essa è funzionale non solo all’insegnamento e alla familiarizzazione con il Rituale per i Fratelli impegnati nella ascesa ai vari gradi di Ufficiali di Loggia, ma rappresenta altresì un momento di incontro in maggiore libertà, facilitando la conoscenza reciproca fra i fratelli. A Londra in particolare, dove il numero medio di riunioni di una Loggia è di quattro, cinque in un anno, la Loggia di Istruzione rappresenta un momento di incontro “regolare” senza il quale i Fratelli rimarrebbero notevolmente ed inevitabilmente distanti e sconosciuti l’uno all’altro.

Il vero significato di “Loggia”, per i nostri predecessori operativi nell’era medievale, aveva connotati di riflessione ed istruzione. Era nelle Logge, a lato di grandiose cattedrali, castelli od altri edifici in costruzione, che i nuovi operai muratori venivano iniziati ai segreti e misteri della Massoneria ed iniziavano ad apprendere ed imparare il mestiere. Avrebbero imparato non solo il mestiere operativo ma altresì avrebbero appreso i valori sociali e morali contenuti negli Antichi Doveri e Regolamenti sopravvissuti fino ad oggi e contenuti nelle prime pagine del nostro libro delle Costituzioni e che vengono letti ad ogni Maestro Eletto prima della sua Installazione come Maestro di Loggia.

In termini speculativi l’Inghilterra oggi si differenzia in molte delle pratiche delle altre giurisdizioni massoniche. Viene dedicato poco tempo nelle Logge alla contemplazione, alla filosofia, alla ricerca della verità e ad altri concetti esoterici similari. Nelle Logge questi aspetti di moralizzazione sono limitati alle Letture del rituale promulgate nel 1770 dal famoso studioso Massone William Preston. Il resto è lasciato al pensiero e alla coscienza di ogni massone.

Allo stesso modo le Logge di Istruzione servono alla molto limitata, seppure essenziale e lodevole, funzione della perfetta conoscenza ed applicazione mnemonica del Rituale nei vari gradi.

Regole iniziali

E’ sicuramente utile esaminare le regole che esistevano agli albori delle prime Logge di Istruzione e per esempio in York dove è possibile individuare la prima testimonianza del tempo impiegato nell’istruzione.
In una risoluzione dell’Ancient Society of Masons of York datata 1725 si legge:

“ ogni primo mercoledì del mese una riunione di Loggia sarà tenuta presso l’abitazione di un fratello secondo il turno che sarà fissato ...... e .......un’ora sarà dedicata a discutere di massoneria”.

Una prassi valida che dovremmo considerare come attuabile anche oggi. Questa comunque non era ancora una vera e propria Loggia di Istruzione ma di quest’ultima sicuramente racchiudeva l’essenza fondamentale.
Il primo documento attribuibile come testimonianza dell’esistenza di Logge di Istruzione vere e proprie non si rinviene fino al 1768. Il resoconto scritto, del primo settembre di quell’anno, e relativo alla Loggia che si riuniva al King’s Head in Hampstead, oggi St. John’s Lodge N. 167, richiedeva che

“il Fratello Marshall ..... sarà presente presso la Loggia del Giovedì sera in qualità di Maestro di Istruzione per i fratelli più giovani”.

Nel giro di pochi anni la concezione di Loggia di Istruzione venne a perfezionarsi grazie soprattutto all’impegno di William Preston, un Fratello molto influente e devoto. Il suo nome è molto noto ai Fratelli inglesi per le cosiddette “Lezioni Prestoniane” (Prestonian Lectures).
Alla sua morte lasciò la somma di 300 £ alla Gran Loggia con il vincolo che gli interessi maturati dovessero destinarsi in favore di “qualche massone ben preparato a tenere annualmente una lezione sul Primo, Secondo e Terzo Grado dell’Ordine Massonico secondo le regole praticate nella Lodge of Antiquity” (una della quattro originarie Time Immemorial Lodges – di cui fu Maestro nel 1774). Preston sviluppò un complesso sistema di regole massoniche, ben conosciuto, con lo schema domanda/risposta nella forma dei cosiddetti “catechismi” ed in stretta aderenza con il metodo della Antiquity Lodge.

Al fine di continuare queste Lezioni elargì alla Gran Loggia la somma sopra individuata. Le Lezioni Prestoniane continuarono così regolarmente tra il 1820 e il 1862, dopodiché non furono più tenute.

Il sistema fu poi ripreso nel 1924 modificandolo al fine di inglobare al suo interno ulteriori letture selezionate dal Fratello incaricato in qualità di lettore.
The Prestonian Lecture rimangono oggi le uniche lezioni ufficiali tenute sotto l’autorità della United Grand Lodge of England (UGLE).

William Preston, considerato il padre del nostro attuale rituale, era scozzese e nacque ad Edimburgo nel 1742. Si trasferì a Londra nel 1760 e fu iniziato nel 1763, in una Loggia appena consacrata degli Antients, i cui membri cambiarono presto obbedienza e ricevettero il loro sigillo dalla principale Gran Loggia inglese nota con il nome di Moderns. Si trattava della famosa Caledonian Lodge N. 325 oggi N. 134.

La più nota appartenenza di Preston alla Lodge of Antiquity, di cui divenne membro e Maestro nello stesso giorno dell’anno 1774, fu lunga e complessa.
Nel 1778 egli ed un certo numero di fratelli di Loggia furono espulsi dalla Gran Loggia dal Committee of Charity ossia l’equivalente del Consiglio delle Proposte Generali, per avere esibito i paramenti massonici al loro ritorno da una funzione ecclesiastica. In seguito, successivamente alla sua riammissione, venne nuovamente espulso e partecipò alla fondazione di una nuova Gran Loggia sotto l’autorità della Gran Loggia di York. Questa nuova Gran Loggia, di cui fu Deputato Gran Maestro, prese il nome di Grand Lodge of England South of the River Trent. Questa Gran Loggia restò in vita solo fino al 1789 quando a tutti i membri fu concesso di fare ritorno nella Lodge of Antiquity.

Preston, insegnante e uomo d’affari

William Preston, che di professione era tipografo, continuò tale attività durante tutta la sua vita profana, raggiungendo in Massoneria l’incarico di Assistente Gran Segretario nella prima Gran Loggia e grazie tale incarico fu nella condizione di prestare i suoi servigi all’Istituzione, cosa che altrimenti non gli sarebbe stata possibile.

Nel 1772 venne pubblicata la prima edizione del suo libro più famoso Illustrations of Masonry. A partire dal 1774 Preston con altri Fratelli iniziò una serie di dimostrazioni dei Lavori Rituali nei diversi gradi stabilendo un vero e proprio sistema rituale distintivo. Le riunioni di Loggia e le Lezioni organizzate da Preston furono una vera e propria Scuola di Istruzione. È doveroso ricordare che in tutto questo vi fu un’evidente finalità commerciale. Il seguente messaggio compariva in un foglio di annunci messo in circolazione da Preston nello stesso anno 1774:

“Il Fratello Preston, desideroso di superare la sua attuale difficoltà finanziari.... si propone di insegnare Massoneria nei suoi genuini ed originari principi ai seguenti ragionevoli prezzi:

Primo Grado Secondo Grado Terzo Grado

5,0 scellini 5,6 scellini 10,6 scellini

In fondo gli affari sono affari.”

Tutto il Rituale che noi pratichiamo oggi è stato affermato o comunque fortemente influenzato da William Preston.

Vi sono stati un certo numero di rilevanti ritualisti che hanno seguito le orme di Preston, fra cui William Hutchinson, John Browne e George Claret sono sicuramente familiari a tutti coloro che si interessano nell’approfondimento del Rituale.

Preston tuttavia può essere visto come il Precettore della prima vera Scuola di Istruzione. Ed è solo dopo di lui che altre Logge e Scuole di Istruzione iniziano a costituirsi e ad operare e vengono alla luce della ribalta Precettori celebrati e famosi.
La differenza tra una Loggia di Istruzione ed una Scuola di Istruzione sta nel fatto che la prima si limita alla Istruzione dei membri della Loggia per la quale è stata costituita mentre la seconda è una vera e propria scuola aperta a tutti i Fratelli indipendentemente dalla Loggia di appartenenza. L’influenza di William Preston nei nostri Rituali è inoltre testimoniata dalle numerose edizioni di Illustrations of Masonry che sono state pubblicate negli anni.

In aggiunta al Rituale il libro in oggetto affronta vari aspetti dell’Ordine e le sue edizioni furono addirittura pubblicate in America e tradotte in tedesco. Le ultime quattro edizioni inglesi furono edite e preparate dal noto reverendo Dr. Gorge Oliver e l’ultima di esse risale al 1861, addirittura 40 anni dopo la morte di Preston.

Standardizzazione dopo l’Unione

Molto presto, alla metà del secolo, si verificò la grande frattura della Massoneria Inglese. Questa culminò – o come alcuni sostengono, fu originata – nella creazione della Gran Loggia degli Antichi (Antients Grand Lodge) nel 1751 con il contributo di uno dei più straordinari Massoni: Laurence Dermott. Il nome di Antichi era originato dalla volontà di riportarsi alle antiche tradizioni e ai landmarks dell’Ordine dai quali, secondo gli Antichi medesimi, la Gran Loggia del 1717 aveva

deviato. Da tale nome conseguì l’appellativo illogico per la Gran Loggia del 1717 di Gran Loggia dei Moderni (Moderns).
La frattura e l’antagonismo tra le due Grandi Logge continuò per più di 60 anni fino all’Unione del 1813, dalla quale scaturì la attuale Gran Loggia Unita di Inghilterra (United Grand Lodge of England).

I membri della Gran Loggia degli Antichi, fortemente influenzati dal modo di lavorare irlandese, erano decisamente consapevoli dell’importanza di un’istruzione Massonica. Nel 1792 costituirono un comitato di studio che divenne conosciuto come The Nine Worthies, or Excellent Masters (I Nove Dignitari o Eccellenti Maestri) nominati ogni anno con il compito di assicurare la standardizzazione del Rituale nelle diverse delle Logge della Antients Grand Lodge. Il termine Worthies (Dignitari, “coloro che sono degni”) venne certamente adottato dagli Antients per riferirsi ai Nine Worthies elencati da Richard Lloyd nel 1584, come gli ultimi eroi della storia e più precisamente: Jeshua, Hector, David, Alexander, Judas Macabee, Caesar, Arthur, Charlemagne e Guy of Warwick.

Successivamente venne coniata una medaglia speciale e di alto valore per i Fratelli eletti tra i Nine Worthies. Le medaglie furono disegnate da Thomas Harper, Deputato Gran Maestro e di professione commerciante di argento, che è ancora oggi ricordato come il più famoso incisore di molti gioielli massonici ed in particolare di quello dell’Arco Reale. Questa forse è una delle ragioni del perché il gioiello dei Nine Worthies ha su di una faccia una rappresentazione dell’Arco Reale. L’altra faccia rappresenta massoni operativi al lavoro, uno che sale una scala, altri che utilizzano degli argani e sulla destra un massone con grembiule con una squadra in mano e sotto la direzione di un Maestro. Il testo riporta: “Uno dei Nine Worthies”. Il marchio è riportato al centro di questo testo. Il gioiello veniva indossato appeso ad un largo nastro blue fino al 1807 quando venne sostituito da un collare in argento.

I Nine Worthies interruppero la loro attività quando l’Unione delle due Grandi Logge fu effettiva nel 1813. Quattro anni dopo nel 1817 vennero recuperati quanti più gioielli possibile e furono esposti nel Museo della Gran Loggia Unita d’Inghilterra a Londra.
Quando la possibilità di un Unione tra le due Grandi Logge rivali cominciò a divenire una certezza, nel 1809 venne costituito dai Moderns un gruppo di Fratelli conosciuto con il nome Lodge of Promulgation (Loggia della Promulgazione). Questa si componeva di un Maestro, dei suoi Sorveglianti e 23 massoni di alto rango nominati dalla Gran Loggia. Undici dei suoi membri erano Provincial Grand Masters (il corrispondente dei nostri Gran Maestri Regionali) o Gran Primi Sorveglianti e i rimanenti nove erano Maestri di Loggia (Maestri Venerabili in carica). Abbastanza curioso è che uno dei nove era il Duke of Sussex che era allo stesso tempo Maestro della Antiquity

Lodge N. 2. Le direttive impartite ai membri della Lodge of Promulgation erano quelle di valutare le impressioni e le opinioni dei Fratelli riguardo all’ipotesi di riconciliazione tra la loro Gran Loggia (i Moderns) e quella degli Antients, nonché alla possibilità di un Unione tra le due. L’obiettivo di questa Loggia prestigiosa, i cui membri erano nominati dalla Gran Loggia, era tornare agli antichi Landmarks dell’Ordine e promulgare quegli stessi Landmarks tra i Fratelli.

Solo in questo senso la Lodge of Promulgation può essere interpretata come un gruppo di istruzione. Essa terminò la sua attività nel 1811 ed una parte dei suoi componenti furono successivamente impegnati nella commissione che doveva preparare ed organizzare gli aspetti amministrativi dell’Unione.

La tanto attesa Unione tra Antients e Moderns finalmente avvenne il 27 dicembre del 1813. Il Duca del Sussex fu nominato primo Gran Maestro della nuova United Grand Lodge of England. Fra i numerosi problemi che dovette affrontare non ultimo fu quello della riconciliazione dei lavori rituali delle due Grandi logge che per più di 60 anni avevano fatto della diversità di tradizioni un punto di differenza.

Fu questa la situazione che portò alla costituzione di quella che è considerata l’ultima, in senso temporale, ma prima come ufficialità, Scuola di Istruzione: the Lodge of Reconciliation (la Loggia della Riconciliazione). 

 

© 2004/2017 - Sito Ufficiale della Loggia Heredom 1224 di Cagliari - C.F. 92171500926 

top